Crovetti Claudio Serramenti
chi siamoprodottinovitÓcertificazionigallerynormativedove siamocontatti

 PRODOTTI-> PORTE E FINESTRE A BATTENTE IN ALLUMINIO/LEGNO


DOMAL WOOD 85 TH

Finestre e Porte finestre:
Serramenti misti costruiti con profilati estrusi in alluminio lega EN AW 6060, secondo le norme UNI 9006/1, con stato di fornitura T6 e tolleranze dimensionali e spessori secondo le norme EN 12020/2, nella parte esterna e con masselli di legno scorniciati nella parte interna. Il telaio fisso dovrà avere profondità’ totale minima di 66,5 mm mentre il telaio mobile. Per garantire una maggiore resistenza alla pressione dinamica del vento avrà profondità di 89,5 mm con aletta cingivetro esterna sagomata in modo concavo o convesso. L’aletta di sovrapposizione al muro sarà di 25,5 mm e avrà la sede per la guarnizione. Il serramento finito dovrà presentare la superficie esterna piana con fughe di 7 mm tra un profilato e l’altro, mentre all’interno al piano individuato delle parti apribili, sporgerà di 24 mm rispetto a quello individuato dalle parti fisse. I profilati saranno di tipo isolati avendo la sagoma composta da due estrusi in alluminio collegati meccanicamente e separati termicamente mediante i listelli in  materiale plastico che riducono lo scambio termico tra le masse metalliche. L’interruzione del ponte termico sarà ottenuto dato il basso valore di conduzione termica che caratterizza il poliammide rinforzato con fibra di vetro, materiale del quale sono costituiti i listelli separatori. Le dimensioni fisiche dei listelli saranno di 15mm di profondità’ e di 2 mm di spessore. Il loro bloccaggio sarà meccanico con rullatura dall’ esterno, previa zigrinatura delle sedi di alluminio per evitare scorrimenti. La conduzione termica del profilato nel suo insieme dovrà essere: Kr=2.6W/MqK. Il sistema di tenuta all’aria sarà a giunto aperto, cioè con guarnizione centrale in La larghezza della parete del tubolare di contenimento della squadretta sarà di 20,5 mm mentre in altezza le pareti tubolari di contenimento potranno essere di 18 mm o 38,1 mm. Il telaio fisso sarà assemblato con una sola squadretta, mentre il telaio mobile sarà assemblato con due squadrette allineate ed equidistanti sulla profondità dei profilati di 15 mm tra loro. I collegamenti ad angolo dei masselli di legno dovranno essere realizzati con squadrette a bottone a spinare e /o cianfrinare che unitamente all’uso di colle  poliuretaniche che contribuirà a garantire resistenza alle giunzioni. I collegamenti ad angolo dei masselli in legno scorniciato dovranno essere incollati con apposito collante vinilico e solidizzati con punti metallici. I fermavetri dovranno essere agganciati nelle apposite scanalature ricavate sui profilati e saranno ritenuti in posizione per contrasto delle guarnizioni in EPDM che cingono il vetro mentre sui telai fissi i fermavetri saranno avvitati sul profilato, senza viti in vista, entrambe le soluzioni supporteranno il massello di legno mediante guarnizioni in EPDM, gli angoli del massello saranno incollati mediante colla vinilica. Nelle traverse inferiori del telaio fisso dovranno essere praticate le asole sagomate per lo scarico delle acque, le giunzioni con i montanti dovranno essere sigillate accuratamente per evitare infiltrazioni di acqua e aria. Nella traversa inferiore dei telai fisso dovranno essere praticate della asole per  l'aerazione della zona perimetrale della vetrocamera. Accessori e guarnizioni dovranno essere quelli studiati per la serie. I serramenti dovranno garantire, secondo le norme europee, le seguenti classi:
Tenuta all’ acqua Classe 9A (UNI EN 12208 – UNI EN 1027)
Resistenza ai carichi del vento Classe C5 (UNI EN 12210 – UNI EN 12211)
Certificato ITC-CNR di Milano Rapporto di prova 0970-CPD-RP0230
Valore fonoisolante Rw = 41 Db (UNI EN ISO 140-3 - UNI EN ISO 717-1)
Certificato ITC-CNR di Milano Rapporto prova 4622/RP/08
Valore fono isolante Rw = 45 Db (UNI EN ISO 140-3 - UNI EN ISO 717-1)
Certificato ITC-CNR di Milano Rapporto prova 4623/RP/08
Valore di trasmittanza Termica Classe = 2,1 (DIN 4108-4 )
Certificato ITC-CNR di Milano Rapporto di prova 3958/RP05

DOMAL WOOD PA 100

FINESTRE:
Serramenti di tipo misto realizzati con profilati estrusi in lega di alluminio EN AW 6060 secondo norma EN 573/3, nella parte esterna e con masselli in legno scorniciati, nella parte interna. Il telaio fisso ha profondità totale di 76.5mm; il telaio mobile, per garantire una maggiore resistenza alla pressione dinamica del vento, ha una profondità di 100.5mm ed aletta cingivetro tubolare sagomata in modo concavo. L’aletta di sovrapposizione interna al muro è di 25.5mm ed ha una sede per la guarnizione. L’interruzione del ponte termico è ottenuta dall’interposizione dei listelli separatori composti da poliammide rinforzato con fibra di vetro e caratterizzati da un basso valore di conduttività termica e da guarnizioni in EPDM, la dimensione dei listelli, che dividono i due estrusi di alluminio, è di 26mm di profondità e il loro bloccaggio è meccanico con rullatura dall’esterno previa zigrinatura delle sedi di alluminio per evitare scorrimenti. Il sistema di tenuta all’aria è a giunto aperto ottenuto con una guarnizione centrale in EPDM inserita nell’apposita sede del telaio fisso, ed avente l’aletta di tenuta in appoggio diretto sulla pinna centrale del poliammide del telaio mobile. Nella traversa inferiore fissa dovranno essere praticate le asole per lo scarico dell’acqua; gli angoli dovranno essere sigillati con mastici per evitare le infiltrazioni di aria e di acqua. Nella traversa inferiore e sui montanti dei telai mobili, dovranno essere praticati dei fori di aerazione per la zona perimetrale del vetro camera. Il serramento finito dovrà presentare la superficie esterna piana con fughe di 5.5mm tra un profilato e l’altro, mentre all’interno il piano individuato dalle parti apribili sporgerà di 24mm rispetto a quello delle parti fisse. I fermavetri sui telai mobili dovranno essere agganciati nelle apposite scanalature ricavate sui profilati, e saranno ritenuti in posizione per contrasto, dalle guarnizioni in EPDM che cingono il vetro, mentre sui telai fissi i fermavetri saranno avvitati sui profilati, senza viti in vista, entrambe le soluzioni supporteranno il massello in legno mediante una guarnizione in EPDM. Accessori e guarnizioni dovranno essere quelli studiati e realizzati per la serie.

DESCRIZIONE TECNICA DEL SISTEMA
Profilati estrusi in lega: EN AW-6060 secondo norma EN573/3
Stato di fornitura:  T6 secondo norma EN 515
Tolleranze dimensionali e spessori: EN 12020/2
Profilati in legno: scorniciati da massello con quattro mani di trattamento di finitura più antimuffa
Tipo di tenuta aria-acqua: Guarnizione centrale ( giunto aperto )
Fermavetri: da avvitare ( telai fissi ) da agganciare e ritenuto a contrasto ( telai mobili )
DIMENSIONI DI BASE Telaio fisso profondità :  76.5 mm
Telaio mobile profondità :  100.5 mm
Altezza aletta sede del vetro: 21.5 mm  (altezza netta)
Sovrapposizione al muro dei telai fissi: 25.5 mm 
Spazio per vetro o pannello:  36.8 mm e/o  49 mm  secondo il fermavetro impiegato ( larghezza netta )
Accessori: il sistema utilizza per la movimentazione e chiusura delle varie tipologie di apertura una serie di accessori “commerciali” tipici degli infissi in legno 
Impiego: I profilati consentono la costruzione di finestre e portefinestre ad una, due o tre ante battente, ante-ribalta, vasistas, specchiature fisse, sottoluci e sopraluci.
Collaudo presso l’organismo notificato ITC-CNR di Milano
Tenuta all’aria:    classe  4  (UNI EN 12207 – UNI EN 1026)
Tenuta all’acqua: classe E 1350  (UNI EN 12208 – UNI EN 1027)
Resistenza al carico del vento: classe C 5    (UNI EN 12210 – UNI EN 12211)
Collaudo presso l’organismo notificato IRcCOS S.c.a.r.l. di Milano
Valore di trasmittanza termica medio ottenuto secondo la norma UNI EN ISO 10077-2  per ogni singola sezione
N.B.: I certificati dei collaudi sono necessari per la Marcatura CE secondo la norma di prodotto UNI EN 14351-1