Crovetti Claudio Serramenti
chi siamoprodottinovitÓcertificazionigallerynormativedove siamocontatti

 PRODOTTI->  PORTE INTERNE


DOMAL STOPPER PG

Serramenti costruiti con profilati estrusi in alluminio lega EN AW 6060 secondo le norme UNI 9006/1 con stato di fornitura T6 tolleranze dimensionale secondo le norme EN 12020/2 Il telaio fisso e il telaio mobile avranno profondità totale minima di 45 mm. La larghezza della parte tubolare sarà di 41,3 mm compresi gli spessori delle pareti del profilato. L’aletta di sovrapposizione interna sul muro sarà di 22 mm ed avrà la sede per la guarnizione. Il sistema di tenuta all’aria sarà realizzato con guarnizioni inserite nelle alette di battuta. In questo modo resteranno libere, e quindi piane, le superfici laterali dei profilati, consentendo così una migliore applicazione delle serrature, relative contropiastre e degli eventuali accessori di chiusura meccanici e/o elettrici (chiudiporta etc.). Il serramento finito dovrà presentare le superfici interna ed esterna piane con fuga di 5 mm tra un profilato e l’altro. Fermavetri a scatto con sedi per l’inserimento delle guarnizioni di tenuta del vetro. accessori e guarnizioni dovranno essere quelli studiati e realizzati perla serie.
Tenuta all’ aria Classe 4 (UNI EN 12207 – UNI EN 1026)

Tenuta all’ acqua Classe E1200 (UNI EN 12208 – UNI EN 1027)

Resistenza ai carichi del vento Classe C5 (UNI EN 12210 – UNI EN 12211)

Certificato ITC-CNR di Milano Rapporto di prova 0970-CPD-RP0222

DOMAL STOPPER PG 63

Porte:
I profilati saranno estrusi in lega di alluminio EN AW 6060, secondo le norme UNI 9006/1 con stato di fornitura T6 e tolleranze dimensionali e spessori secondo le norme EN 12020/2. Il telaio fisso e quello mobile avranno profondità totale di 56mm. La larghezza della parte tubolare sarà di 41,3 mm compresi gli spessori delle pareti del profilato. L’aletta di sovrapposizione interna sul muro avrà la sede per la guarnizione. Il sistema di tenuta all’aria sarà realizzato con guarnizioni inserite nelle alette di battuta. In questo modo resteranno libere e quindi piane le superfici laterali dei profilati consentendo così un migliore applicazione delle serrature e relative contro piastre e degli eventuali accessori di chiusura meccanici e/o elettrici (chiudiporta). Il serramento finito dovrà presentare le superfici interne ed esterne piane con fuga di 5 mm tra un profilato e l’altro. Fermavetri a scatto con sedi per l’inserimento delle guarnizioni di tenuta del vetro. Accessori e guarnizioni dovranno essere quelli studiati e realizzati per la serie
Tenuta all’ aria Classe 4 (UNI EN 12207 – UNI EN 1026)

Tenuta all’ acqua Classe 1050 (UNI EN 12208 – UNI EN 1027)

Resistenza ai carichi del vento Classe C5 (UNI EN 12210 – UNI EN 12211)

DOMAL INDOOR

La serie permette la costruzione di porte ad una,due ante a battente con sopraluce fisso o wasistas
Dimensione base del sistema:
Telaio fisso con imbotte 156 mm
Telaio mobile 46 mm
Porte scorrevoli con telaio fisso incassato nella muratura e telaio mobile “invisibile” inserito nel controtelaio a muro in apertura. Telaio fisso imbotte sul muro da 90 mm a 144 mm Telaio mobile 46 mm.
Capitolato Battente
Serramenti costruiti con profilati estrusi in lega di alluminio E N  AW6060 secondo norme UNI 9006/1 con stato di fornitura T6 e tolleranze dimensionali spessori secondo le norme UNI 3879. Il telaio fisso avrà profondità totale minima di mm 89,5 in accoppiamento a profilati ad imbotte dalla linea arrotondata con profondità variabile da 55 mm a 115 mm per compensare spessori di muratura di larghezza compresa tra 90 mm e 175 mm, ed oltre con apposita prolunga. Il telaio mobile avrà una profondità totale minima di 53 mm. La sezione tubolare di contenimento delle squadrette di giunzione d’angolo sarà di 17,5 mm per il telaio fisso e di 17,5 mm e/o 38,5 mm per il telaio mobile compresi gli spessori delle pareti del profilato. I collegamenti ad angolo dovranno essere realizzati con squadrette in alluminio a bottone che occuperanno l’intera tubolarità per garantire nel tempo resistenza meccanica alle giunzioni. L’aletta di sovrapposizione interna ed esterna al muro sarà di 49,5 mm  con forme arrotondate ed avrà la sede per la guarnizione in EPDM. Il fissaggio tra il profilato telaio ed il profilato telaio imbotte sarà garantito da apposite viti autofilettanti mascherate da una guarnizione in EPDM che coprirà la testa della vite, in modo da renderla invisibile ad infisso aperto. Il sistema di tenuta del giunto telaio/anta sarà realizzato con guarnizione in EPDM inserita nelle alette di battuta. In questo modo resteranno libere e quindi piane le superfici laterali dei profilati consentendo così una migliore applicazione delle serrature e relative contropiastre. Il telaio mobile dovrà presentare, a serramento finito, le superfici interna ed esterna piane e dovrà consentire un’apertura a 180°. Il telaio mobile accetterà pannellature da 40 mm e/o vetri semplici e/o vetri camera. Accessori e guarnizioni dovranno essere quelli originali studiati specificamente dal produttore del sistema e realizzati per questa serie.

Capitolato Slide

Serramenti costruiti con profilati estrusi in lega EN AW 6060 con stato di fornitura T6 e tolleranza dimensionali e spessori secondo le norme EN 12020/2. Il controtelaio sarà “commerciale” e sarà incassato nella muratura. Il telaio imbotte avrà profondità di 35-45-55 mm. Il telaio mobile scorrevole da 90 mm ha dimensione per raccogliere i kit di chiusura, e accetterà pannellature da 40 mm e/o vetri semplici e /o vetri camera. Il telaio mobile sarà completamente “invisibile” inserito nel controtelaio a muro in apertura, questo permetterà di avere la massima luce di passaggio possibile. Accessori e guarnizioni dovranno essere quelli originali studiati specificatamente dal produttore del sistema e realizzati per questa serie.