Crovetti Claudio Serramenti
chi siamoprodottinovitÓcertificazionigallerynormativedove siamocontatti

 NORMATIVE ->  SICUREZZA


SICUREZZA

Fa testo la norma UNI 7697 che è richiamata dal decreto legislativo n° 115 del 1995 (recepito dalla direttiva europea 1992/59/CE) e dal successivo decreto legislativo n° 172 del 2004 (recepito dalla direttiva europea 2001/95/CE) i quali trattano la sicurezza generale dei prodotti e per questo hanno valore legale obbligatorio.

Come criterio generale è bene prevedere nei seguenti campi applicativi quanto segue:

Terziario:
i vetri interni debbono essere temprati o stratificati (es. SGG Stadip Protect 207, SGG Stadip Protect 209) indipendentemente dall'altezza del piano calpestio, i vetri esterni debbono essere temprati o stratificati se entrano in con- tatto delle persone; in caso contrario possono essere dei vetri ricotti (vetri normali).

Residenziale:
tutti i vetri che hanno il lato inferiore a meno di 100 cm dal piano di calpestio debbono essere temprati o stratificati, sia che siano posizionati internamente che esternamente (es. SGG Stadip 33.1, SGG Stadip 44.1); in caso contrario possono essere dei vetri ricotti (vetri normali).

Parapetti:
è obbligatorio l'utilizzo dei vetri stratificati anticaduta che debbono essere intelaiati sui quattro lati.
Prodotti certificati: SGG Stadip Protect 209, SGG Stadip Protect 211.

Scuole, ospedali ed assimilabili:
tutti i vetri interni debbono essere stratificati, gli esterni è preferibile che siano stratificati (es. SGG Stadip Protect 207, SGG Stadip Protect 209), ma in ogni caso non debbono essere installati vetri ricotti o vetri induriti.

Tetti:
tutti i vetri rivolti verso l'ambiente interno debbono essere stratificati.